Soffio



 
     
 
 
 
 
Che il bello e l'incantevole
siano solo un soffio e un brivido

che il magnifico,
entusiasmante, amabile 
non duri,
nube, fiore, bolla di sapone,
 fuoco d'artificio e riso di bambino,
sguardo di donna
 nel vetro d'uno specchio,
 e tante altre fantastiche cose.
.
Che esse appena scoperte,
svaniscano,
solo il tempo di un momento
solo un aroma, un respiro 
ahimè, lo sappiamo con tristezza
.. 
E cio' che dura e resta fisso
non c'è così intimamente caro:
pietra preziosa con gelido fuoco,
barra d'oro di pesante splendore;
le stesse stelle, innumerabili,
se ne stanno lontane e straniere
e non somigliano a noi-effimeri
non raggiungono il fondo dell'anima.
                           
 
     
     
     
     
  No, il bello piu' profondo e degno dell'amore pare incline a corrompersi,
e' sempre vicino a morire.
.
E la cosa piu' bella,
le note musicali che nel nascere
gia' fuggono e trascorrono,
sono solo soffi,
correnti, fughe circondate d'aliti sommessi di tristezza, perche' nemmeno quanto dura
un battito del cuore,

 si lasciano costringere, tenere;
nota dopo nota, appena battuta
 gia' svanisce e se ne va.
 
     
     
 
     
  Così il nostro cuore e' consacrato
con fraterna fedelta'

a tutto ciò che fugge e scorre,
alla vita,
non a cio' che e' saldo

e capace di durare.
Presto ci stanca quello che permane,
rocce e un mondo di stelle

e gioielli,
noi,
anime
bolle-di-vento-e-sapone
sospinte in eterno mutare,
spose del tempo, senza durata,
per cui la rugiada su un petalo di rosa,
per cui un battito d'ali di uccello
il morire di un gioco di nuvole,
 
scintillio di neve,

.
arcobaleno,
.
farfalla,
gia' volati via,
per cui lo squillare di una risata,
che nel passare ci sfiora appena,

puo' voler dire festa 
o  portare dolore.

. 
Amiamo cio' che ci somiglia e comprendiamo ciò
che il vento ha scritto s
ulla sabbia.
 
     
     
     
 
          [ Hermann Hesse - La felicità ]
 
     
     
     
 
 
 





.











.

.





 

Commenti

  1. siamo bolle di sapone che contengono un arcobaleno

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. beh Hesse rimane una cima, da qualsiasi punto di vista lo osservi.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie Iraida
      Giro il ringraziamento a Hermann? :-)

      Elimina
  4. che bella la tua sensibilità.. :) cercare un senso di appartenenza che radichi una bolla di sapone ad un filo di seta in questa mondo di continua trasformazione..

    "Paziente genero nuove foglie
    da rami cento volte sfrondati
    e a dispetto di ogni pena rimango
    innamorato del mondo folle."
    Herman Hesse

    buongiorno Carlo e Buona domenica. :)
    Gio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così: "innamorato del mondo". E' il segreto per riuscire a vivere. Essere innamorati del mondo, essere in armonia con lui, però vuol dire evolvere momento per momento. Mai restare fermi in un punto. Buona serata, Gio.

      Elimina
  5. Carlo questo tuo blog è labirinto! devo cercare sempre di identificarmi con qualche etichetta.. uff sono sempre io comunque :P
    Gio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo riuscire a capire il perchè è così difficile lasciare i commenti. Ora proverò a metterli in una pagina indipendente da quella dei post. E vediamo se cambia qualcosa.

      Elimina
  6. Le emozioni più belle sono davvero come una bolla di sapone colorata, il tempo di pochi battiti e tutto può cambiare.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  7. Buona domenica a te Vilma.
    ...Uffa, però, domani è già lunedì! :-(

    RispondiElimina
  8. Forse..quello che cerchiamo di più..l'emozione d'innocenza...trasparenza..in mezzo questo smog della vita..
    nella nebbia dei sentimenti confusi....l'arcobaleno dei propri occhi..che colorano l'arcobaleno....baciottisoffiati...alma

    RispondiElimina
  9. L'innocenza,sì. Uno sguardo innocente sulla vita.
    Cosa c'è di meglio per non farsi "sporcare", per non perdere se stessi?
    Soffia Alma... soffia...spingilo in alto il tuo sguardo-arcobaleno... :-)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari